Index Testi | Forum SF | Chat | Mp3 | Loghi & Suonerie | Merchandising | Gemellidiversi.net | Home |

J-Ax - Di Sana Pianta

S.N.O.B. (Senza Nessun Obbligo Baciaculistico)

Me la meno malamente con sta gente famosa,
me la meno ma a me almeno non mi menano in strada
me la meno con le mini imitazioni che mi fanno
me la meno come le tipelle quando non la danno
fanno adesso quella rima che ho fatto 5 anni prima
ho divorziato quella scena come Albano da Romina,
ma non mi pento del passato come Don Rina,
non faccio il grosso come Jhon cena e
chi critica a gli stessi con cui poi affari combina
è come una vergine che spompina
ex musicisti, giornalisti, specialisti dei dischi
io da questi pretendo solo fischi ti mando ciò che canto sperando
che poi mi stronchi, vivere stupendo dispiacendo agli stronzi
vi spiego chi sono per capirlo siete pronti
prendete tutti appunti pronti

Io non sono rock
io non sono hip hop
mi odiano i puristi sono troppo pop
vendo troppi dischi per chi scrive sui blog
non frequento artisti sono uno snob
sono uno snob, sono uno snob ,
senza nessun obbligo
baciaculistico
ed è fantastico essere l'ultimo
ma sono in bilico uho uho

Senti che puzza qui
esco e gremo una malboro
io non me la fumo più con i fuori dal coro
io non rappressento un movimento dal punto da cui li sto vedendo
a essere dentro sono loro
e mi sento dire che se vendo
ti pento finto io mi chiudo nel privè
e ti cancello a tutti il timbro a furia di sputazzi
stasera no ragazzi siete troppi in gruppi
da tabbozzi io sono come bobby
mi fanno mobbing in the lobby di tanti personaggi trendy
ma ribelli prendi dei novelli licio gelli
pizzetti e tatuaggi un po' meno selvaggi, ma tutti saputelli
sono come fratelli con gli intellettuali malleabili
gli stessi che hanno sdoganato i reality
io me la rischio e piuttosto sparisco alla Montecristo
con sta plebe non mi mischio.

Io non sono rock
io non sono hip hop
mi odiano i puristi sono troppo pop
vendo troppi dischi per chi scrive sui blog
non frequento artisti sono uno snob
sono uno snob, sono uno snob ,
senza nessun obbligo
baciaculistico.
ed è fantastico essere l'ultimo
ma sono in bilico, ma che spettacolo uho uho

Povero bimbo, non lo pensasti mai
quant'è pericoloso ottenere ciò che vuoi
pensi di cambiarci, ma sei gia uno di noi
abbiamo tanti giochi cui ti divertirai
ti offriamo una barella che frigge cervella in padella
scegli una tipa tra ballerina attrice o modella
e ti cagano se fai dischi di platino
le schiacciai a mio tempo
ora spengo il telefono
vi farete le donne che sono state mie
vi prenderete anche tutte le mie malattie
il codazzo di scrocconi che vi smamma
il pazzo che scrive e minaccia a casa di mamma
un cantante qualunque non subisce denuncie
conta diversamente quando canti di ganje
me la meno però mica faccio finta
soffio in faccia fumo nero alla mamma anti-rock incinta
brutte bastarde frustrate d'accordo col questore mi querelate
vi regalo un vibratore
e me la meno però sono una pop star
se fallisco faccio il muratore mica music farm

Io non sono rock
io non sono hip hop
mi odiano i puristi sono troppo pop
vendo troppi dischi per chi scrive sui blog
non frequento artisti sono uno snob
sono uno snob, sono uno snob ,
senza nessun obbligo
baciaculistico
ed è fantastico essere l'ultimo
ma sono in bilico, ma che spettacolo uho uho

 

 

Escono i pazzi

Ahia c'é poco da fidarsi
ahia ahia stasera escono i pazzi
ahia ahia ahia chiudete in casa i bravi ragazzi
ahia c'é poco da fidarsi
ahia ahia meglio non fare tardi
ahia ahia ahia escono i pazzi
escono i pazzi

hai visto che roba
sul telegiornale
là fuori son matti non puoi neanche andare
a portare la tipa a fare due passi il sabato in centro
che arrivano in cento che spaccano tutto ti brucian la punto
io volevo solo andare a negozi
questa è la stagione dove scendono i prezzi

comprando le riviste con su i pettegolezzi
magari un gelato
perché io ho lavorato
adesso vivo spaventato nella villa che ho comprato
che un albanese mi aspetti con il cannone puntato
che un ragazzino mi scippi l'ultimo nokia che è uscito
che schifo pure uscire la sera
tutti sti tatuati sembra di stare in galera
tutta sta gente straniera
chiudetela sta frontiera
cambiamo la serratura
ho paura

ahia c'é poco da fidarsi
ahia ahia stasera escono i pazzi
ahia ahia ahia chiudete in casa i bravi ragazzi
ahia c'é poco da fidarsi
ahia ahia meglio non fare tardi
ahia ahia ahia escono i pazzi
escono i pazzi

ho chiesto il permesso per la pistola
provateci adesso a mettere un piede sulla mia aiuola
a questi cani mettiamo la museruola
altro che farsi le canne
e occupare la scuola
sti barboni coi piercing capelli dipinti
cappelli cappucci
cos'è che nascondi
io devo vederti
per stare sicuro
sei bianco
sei scuro
ti passo di fianco
ovunque mi giro
sembra mi seguano
ho il panico
mi chiedono
soldi al semaforo
li vedo che spacciano
e se vado a ballare il locale
fa entrare
sti cantanti drogati
pure senza pagare
di cosa si lamentano
non si capisce
sputano nel piatto dove stendono strisce
in galera in galera
ci vuole una legge severa
basta prenderli ora
stasera

ahia c'é poco da fidarsi
ahia ahia stasera escono i pazzi
ahia ahia ahia chiudete in casa i bravi ragazzi
ahia c'è poco da fidarsi
ahia ahia meglio non fare tardi
ahia ahia ahia escono i pazzi
escono i pazzi

ma guarda che gente malata
io vado al lavoro e loro tornano a casa
come fanno a pagare l'affitto e le spese
fanno tutti i deejay o roba con il computer

ma va là che quelli lì non lavorano mai
dita sporche di spray
spaccano il vetro per rubare le nike
io stasera uscirei
ma c'e' un film su sky
i gol sulla rai
poi c.s.i.
ahiahiai

 

 

Ti amo O ti ammazzo

Ho urlato così tanto che mi scoppia la testa e quindi te ne sei andata subito mi esce un po' di sangue dalla mano destra c'è il segno lì sul muro pensa te che stupido o ti amo o ti ammazzo
pioggia che annega ma rinfresca sei una chicca che mi fotte la testa
o ti amo o ti ammazzo il tuo ragazzo è pazzo
o parliamoci pestiamoci scegli uno
o ti amo o ti ammazzo
ti amo ti ammazzo
comunque qua in mezzo non capisco più

un calcio al muro sbatti la porta via dai miei pensieri butto la borsa dalla finestra come zarri veri grida grida fino che un ghisa chiama i carabinieri non sei la stessa tipa con cui ho dormito ieri cos'hai sei annoiata hai la luna girata
io inizio giornata non voglio nessuna menata femmina fino in fondo tu hai il problema io sono lo stronzo mi dico che non ti ho dentro mento e penso
o ti amo o ti ammazzo
pioggia che annega ma rinfresca sei una chicca che mi fotte la testa
o ti amo o ti ammazzo il tuo ragazzo è pazzo
parliamoci pestiamoci scegli uno
o ti amo o ti ammazzo
pioggia che annega ma rinfresca sei una chicca che mi fotte la testa
o ti amo o ti ammazzo il tuo ragazzo è pazzo
non sa più quello che fa ma tu
la mia preferita per sempre resterai però mia amica non lo saresti mai noi non vogliamo saluti o auguri un altro numero in rubrica noi vogliamo la carne le labbra poi sento le chiavi nella serratura e mi rassegno al fatto che io in questa vita o ti amo o ti ammazzo
pioggia che annega ma rinfresca sei una chicca che mi fotte la testa
o ti amo o ti ammazzo il tuo ragazzo è pazzo
parliamoci pestiamoci scegli uno
o ti amo o ti ammazzo
pioggia che annega ma rinfresca sei una chicca che mi fotte la testa
o ti amo o ti ammazzo il tuo ragazzo è pazzo
ti amo ti ammazzo
ti amo ti ammazzo
comunque qua in mezzo non capisco più
perché non è finita ancora
non è finita

 

 

 

 

Le chiavi di casa

Buonasera ragazzi cosa vi porto da bere scusa un attimo ma non vorrei sbagliarmi ma è lui e si che è lui ettore ettore va chi c'è si sono io hai buona vista dammi la mano o fratello barista non mi alzo se no cado come una pera questo è il terzo posto dove vado stasera ora nelle vene scorre heineken sono pieno come il reggiseno della hunziker voglio ordinare da ordinaria persona questo sgabello è un trono dammi una corona ma quella col limone in punta
scusa e questa banda di humpa lumpa sono la mia cumpa gigi gianca spazio marietto ti presenterei la mia ragazza ma sta vomitando al cesso e il mio successo dove l'ho messo ora suono da solo ma ho ancora più di un complesso e si che avevo un futuro sicuro con quel nome lì e invece sono qui io non so dove ho parcheggiato io non trovo le chiavi di casa e ho perso il telefonino e non mi ricordo la strada
sei simpatico oh comunque complimenti per la musica no no no complimenti a te per il locale così ampio luminoso va che lampadario va infatti ho su gli occhiali neri se mi vedi le pupille chiami i carabinieri si vado nella radio su mtv ma lì sono un turista la mia casa e questa qui e ci sono nato e c'ho vissuto non mi trovo male tra persone ad un minuto dallo sbrocco totale che non hanno programmi che anche a 40 anni non sanno cosa faranno da grandi e si conosco tanti nomi importanti che possono spingere una carriera avanti dovrei sfruttarli potrei chiamarli andrei a trovarli ma io non so dove ho parcheggiato io non trovo le chiavi di casa e ho perso il telefonino e non mi ricordo la strada cioè ma spiegami una cosa
no perché
onestamente
dalle canzoni
sembra che sei uno
da quella parte lì
io adesso non mi impegno più di tanto sai col bambino e tutto però ai miei tempi io menavo no cioè tu da che parte stai alla fine non mi trovi da berlusconi o prodi considero pari terroristi e nazi non ho fatto i soldi come donald trump io corro da solo come forrest gump su quello che vivo scrivo canzoni domani potrei mollare tutto andare a miami nascondere la faccia tra gli americani sulla spiaggia col pacco tra le mani o a fare un giro in barca altro che stare qui a sudare in un bar di viale sarca con le generazioni cresciute a italia 1 studiando manzoni attenti che nessuno ci desse schiaffoni negli anni 80 tra vasche in samba e taccheggio alla standa tra chi s'è rilassato e chi l'hanno legato avevo anch'io un appuntamento con il mio avvocato ma io non so dove ho parcheggiato io non trovo le chiavi di casa e ho perso il telefonino e non mi ricordo la strada la mia gente è tutta ubriaca e io ho l'ascella sudata a casa ho l'aria condizionata ma non trovo le chiavi di casa

vabbe' comunque ragazzi c'è da chiudere
il primo giro lo offro io
fanno 200 euro
scusa scusa oh dove vai
ettore ettore scusa vai fuori a prenderlo
ma non ci credo

Di sana pianta

Noi siamo amici da tanto magari anche troppo fattelo dire onestamente quella donna di fango ti ha lasciato sotto per me lei no non valeva niente ha fatto solo promesse le hai pagato le tasse mentre lei si è fatta gioco di te hai buttato un po' di euro facevi schifo sul serio da quanto eri arrendevole
arrendevole noi siamo amici da tanto ma mi stai mandando a male con i tuoi piagnistei va bene capisco tutto ma due mesi di lutto sono più che sufficienti per una come lei non puoi evitare per sempre di incontrare la gente che ti chiederà lei come sta annoiarti tra chi balla e vederla nella folla ma un giorno di sana pianta incontri un'altra e tutto si ribalta un giorno di sana pianta ci sbatti contro vedrai che il vento cambia ci sono botti da scoppiare nudi a mezzanotte a fare il bagno al mare oh ti riprendi o no ti riprendi o no amico ci conosciamo ti chiedo perdono ti parlo da uomo a uomo lei non ti era fedele ne sono sicuro parlava con gli uccelli manco fosse del piero è inutile deprimersi riviverti la storia scorrendo tra le foto ed i messaggi che hai in memoria un giorno di sana pianta incontri un'altra e tutto si ribalta un giorno di sana pianta si va a votare ed il governo cambia ci sono botti da scoppiare nudi a mezzanotte a fare il bagno al mare oh ti riprendi o no ti riprendi o no metti la testa fuori e io ti mostrerò ci sono gonne corte e birre chiare anche nel pallone non si può più rubare oh ti riprendi o no ti riprendi o no non voglio né un se e né un ma e né un però prima che a te è successo anche a me e a altri miliardi di idioti
noi siamo amici da tanto anche troppo e per questo sarò il primo a dirlo sta già con un altro pensa che babbo conoscendola non puoi che compatirlo la vedono in giro ha preso qualche chilo a qualcheduno ha pure chiesto di te ora è il momento più duro non pensare nemmeno a tornare indietro che un giorno di sana pianta incontri un'altra e tutto si ribalta un giorno di sana pianta ci sbatti contro vedrai che il vento cambia
ci sono botti da scoppiare nudi a mezzanotte a fare il bagno al mare oh ti riprendi o no ti riprendi o no metti la testa fuori e io ti mostrerò ci sono gonne corte e birre chiare anche nel pallone non si può più rubare oh ti riprendi o no ti riprendi o no non voglio né se e né ma e né un però

 

 

 

Buonanotte italia

C'era una volta una sega
si chiamava alessandro
ci provava ma cadeva
su quel campo di calcio
ed il prete perdeva
la calma
signora ancora
un'autorete
e suo figlio va casa una salma
alessandro non ha voglia di giocare
da quello che leggo sulla pagella neanche tanto di studiare
ungaretti o leopardi
lui sente
la radio fino a tardi
e quindi ha sempre più sonno degli altri

buonanotte italia
io resto ancora su
buonanotte a tutti i cuori infranti
che andranno avanti quaggiù
buonanotte amore mio grazie a dio ci sei tu
buonanotte a chi come me non dorme più

dorme tutta la provincia
ed alessandro guarda la tv
saluta marzullo
ciao gigi vai bello
l'ultimo posto fisso qui c'e l'hai tu
pensa all'università ma papà non naviga nell'oro
e guardi quanti ce n'è già di gente con la laurea e zero lavoro
pensa a come fanno certe mamme ad imbandire i tavoli
e che le nostre donne son capaci di miracoli

buonanotte italia
io resto ancora su
buonanotte a tutti i cuori infranti
che andranno avanti quaggiù
buonanotte amore mio grazie a dio ci sei tu
buonanotte a chi come me non dorme più

c'era una volta alessandro
che scappava via di qui
scoprendo che l'america
non è un racconto di hollywood
e lì sono messi male a tolleranza
superman ha la panza e mangia sempre più
e anche qui cambia storia
tra fiction e quartieri
questa patria dei valori
che manovra e fa favori
guarda sti signori altro che gli spacciatori
meno male che dovevamo essere noi quelli fuori

meno male che ale non gira con questi
nel paese dei furbi i ribelli sono gli onesti

buonanotte italia
io resto ancora su
buonanotte a tutti i cuori infranti
che andranno avanti quaggiù
buonanotte amore mio grazie a dio ci sei tu
buonanotte a chi come me non dorme più

Fabrizio fa brutto

Fabrizio l'hanno preso aveva poca roba
il giudice era donna e l'ha messo alla prova
ti lascio fuori se fai il bravo bambino
e se ogni tanto fai pipì nel bicchierino
dopo 2 mesi a san vittore
era distrutto
dopo tre 3 anni
si era fatto qualche amico
adesso c'ha i contatti con il giro grosso
e da quando è uscito

fabrizio fa brutto
e se ne frega di tutto
e ora c'ha un vestito nuovo
e gira in corso como
è meglio stare all'occhio
fabrizio fa brutto

adesso si è rimesso con la fidanzata
lui esce sempre invece lei rimane a casa
e con la roba dentro quell'appartamento
le hanno dato 2 per favoreggiamento
dopo 2 mesi a san vittore
era distrutto
dopo tre 3 anni
si era già dimenticato
adesso c'ha i contatti con il giro grosso
ed è proprio andato

fabrizio fa brutto
e se ne frega di tutto
e ora c'ha un vestito nuovo
e gira in corso como
è meglio stare all'occhio
fabrizio fa brutto

sembra cosi strano quando mi ricordo che
solo dieci anni or sono era uno come me
non approvo ma saluto lui di colpa ne ha metà
tolleranza zero effetto boomerang

fabrizio fa brutto
e se ne frega di tutto
e ora c'ha un vestito nuovo
e gira in corso como
è meglio stare all'occhio
fabrizio fa brutto

 

 


Sei un grande

lui è il personaggio che gira nel centro di ogni città italiana ha una hummer gialla come schwarzenegger ma la usa poco perché beve ma sei un grande come sei grosso ma sei un grande sei troppo più forte più bello più ricco vado in vacanza ed è lì ha gli addominali di costantino va nei locali coi bilionari ha un tavolino vicino più possibile ai VIP mille euro alla boccia a lui va bene così ma sei un grande come sei grosso ma sei un grande più bello e più ricco di me ma sei un grande come sei grosso sei troppo più forte più bello più ricco ha davvero una bella ragazza sabato sera lei sta a casa lui si mette giù da gara e con gli amici in macchinata arriva alla serata litigata col parcheggiatore lui non paga conosce il direttore dice di fare l'imprenditore i fighetti sono in pista quelli fuori sulla lista un pizzicotto alla cubista un cazzotto nella rissa carta d'oro alla barista su le mani giù la busta è bello essere italiani giù le braghe su le mani ma sei un grande come sei grosso ma sei un grande sei troppo più forte più bello più ricco ma 3 generazioni fa eravamo entrambi contadini quindi
vaffanculo io non voglio essere stanco io non voglio essere un santo io non voglio essere in branco io non voglio essere un bianco
ma sei un grande come sei grosso ma sei un grande più bello e più ricco di me

 

 

 

 

Piccoli per sempre

Portami l'ultima birra,
fammi compagnia lei è andata via spero che poi la vedrò a casa mia,
che tra due ore ripartono i tram,
fammi fumare tanto chi ti può multare a quest'ora mi sa che è a dormire.
e abbassa pure la saracinesca,
non credo che né io né te domani si andrà a messa,
curami un po' questa amarezza che ho...
perché ero io quello che non parlava,
il bambino così magro che il bullo picchiava,
il ragazzino che tutto voleva e quando non poteva rubava.
ci sono quelle sere che sono più dure,
dove serve bere, via le paure
e dentro ci si sente piccoli per sempre.
ci sono quelle sere belle da morire,
dove puoi giocare invece di dormire,
quando ci si sente piccoli per sempre.
in due minuti sparisco,
fa finire il disco si è la musica che m'ha salvato ma a volte non capisco,
se chi mi dice ti amo
sappia veramente chi sono o solamente come mi chiamo io che,
ho chiuso fuori il bene ho fatto entrare i guai,
bruciando i miei vent'anni e ciò che guadagnai,
viaggiando viaggiando senza arrivare mai...
perché ero io a dare fuori di matto
quello che l'unico amico che c'aveva era il gatto
quello che a un certo punto e' sparito
e non lo avete visto più
ci sono quelle sere che sono più dure,
dove serve bere via le paure
e dentro ci si sente piccoli per sempre.
piccoli come i banchi di scuola quando li si vede da grandi,
del libro cuore ora ricordi soltanto Franti,
piccoli come i cortili adibiti ai giochi, come quando la mami ed il papi ascoltavano Drupi,
intanto stavamo imparando Dante e tante poesie che hai dimenticato,
ma le canzoni dei cartoni è quello che hai salvato,
piccoli come big jim su una saltaffos,
ci facevamo piste solo polistil poi vinavil, michael j. fox
e vai di gioco nelle patatine, giù con l'album delle figurine,
piccoli prima di crescere assieme al prezzo del barile,
ogni tanto stanco manco stai lottando con rocky e rambo,
ma ne vale la pena anche quando...
ci sono quelle sere che sono più dure,
dove serve bere via le paure,
e dentro ci si sente piccoli per sempre.
ci sono quelle sere belle da morire,
dove puoi giocare invece di dormire,
quando ci si sente piccoli per sempre.

 

 

 

 

Aqua nella scuola

Ricordi quando ero piccino portavi la mia foto nel taschino eri tanto orgoglioso di me
babbo eri tanto orgoglioso di me
babbo e la mostravi a chi ti stava vicino dicevi a tutti questo è il mio bambino adesso invece ti vergogni di me
babbo adesso invece ti vergogni di me
babbo
ma va bene va bene a me non me ne fotte di fare fatica voglio una bella vita mica una salita perché se sono vivo la colpa è solo tua perciò paghi te
non mi fotte ciò che dici dei tuoi sacrifici di quanto è rispettabile il tuo circolo di amici tu non lo puoi capire quanto là fuori è dura è dura
per me dobbiamo avere solo certi vestiti perché non sei nessuno se non sono firmati per essere qualcuno devi avere gli amici dobbiamo essere tutti uguali sputati io voglio avere tutto e ora voglio bere di brutto a duecento allora e quella polverina che dà l'amaro in gola voglio una pistola si si
acqua nella scuola io voglio avere tutto ora voglio bere di brutto a duecento allora e quella pillolina nella mia coca cola voglio una pistola si si acqua nella scuola a me non fotte niente della gente sfruttata mi fotte anche di meno di chi avete fatto papa a fine giornata quello che ho in tasca è l'unica cosa che conta per strada voglio l'analista perché fa figo non vado in palestra mi faccio la lipo e se ammazzo un tipo ho un avvocato che ha dato la colpa ai videogiochi violenti e alla musica rock non mi interessano discorsi pesanti ma motori potenti e tette più grandi i politicanti li sento distanti mi piace essere uno tra i tanti io voglio avere tutto e ora voglio bere di brutto a duecento allora e quella polverina che dà l'amaro in gola voglio una pistola si si
acqua nella scuola
io voglio avere tutto ora voglio bere di brutto a duecento allora e quella pillolina nella mia coca cola voglio una pistola si si acqua nella scuola io canto solo in coro e dentro sono solo
e fuori sono sano
ma dentro tutto è nero a volte voglio uccidermi a volte voglio uccidere te uccidere te ma tanto tu non ci sei mai padre lassù non ci sei mai paese mio
non ci sei mai non me ne fotte non me ne fotte io me ne batto di diventare famoso io tanto già ci vado nel locale esclusivo l'importante è fare una vita da divo tra un eccitante ed un sedativo

io voglio avere tutto e ora voglio bere di brutto a duecento allora e quella polverina che dà l'amaro in gola voglio una pistola si si
acqua nella scuola io voglio avere tutto ora voglio bere di brutto a duecento allora e quella pillolina nella mia coca cola voglio una pistola si si acqua nella scuola

 


 

Sei sicura

Sei sicura che io sono
davvero quello giusto
sicura che non vuoi un'altro uomo
magari un po' più a posto
sei sicura di volerne uno
che in testa ha una guerra
sei sicura di volere raccogliere i vestiti da terra
sei sicura di sopportare l'odore
del malumore e delle calze
sei sicura di non rompermi il cuore
come hanno fatto le altre
sei sicura che sarò capace
di darti ogni cosa che ti piace
sei sicura che ti proteggo
sei sicura ci sarà bel tempo

sei sicura di non essere un po' troppo bella per me
non vorrei insistere ma è
palese
sei sicura di non essere un po' troppo bella per me
t'autorizzo a ridere
perché
io tento di spiegare
di razionalizzare
e scrivo questa stupida canzone
che non sa
parlare di te parlare di te

sei sicura di avere pazienza
e di volere viaggiare
sei sicura di rimanere sveglia
in una stanza ad aspettare
sei sicura perché senza volere
potrei farti male
sei sicura
perché io sono così in aria
che non riesco a pensare

sei sicura di non essere un po' troppo bella per me
non vorrei insistere ma è
palese
sei sicura di non essere un po' troppo bella per me
t'autorizzo a ridere
perché
io tento di spiegare
di razionalizzare
e scrivo questa stupida canzone
che non sa
parlare di te
tutte le parole
suonano piccole
non sanno spiegare
non posso credere
sei sicura che

sei sicura di non essere un po' troppo bella per me
t'autorizzo a ridere
perché
io tento di spiegare
di razionalizzare
e scrivo questa stupida canzone
che non sa
parlare di te

Tua mamma

E allora bambinoni chi è che vuole la caramella da J-Ax?
ma ve la do solo se...solo se....
se secondo la maestra
eri una causa persa
con una fine certa,in cella
se avevi scritto boom alek
sulla cartella
bella zio
io sono
un cantante in erba
e come zidan
vado avanti di testa questa
canzone non e van damme
ma pesta
la pista
invasa da gente molesta
allevata da ozzy ma che oggi
e come zidan
vado avanti di testa questa
canzone non e van damme
ma pesta
la pista
invasa da gente molesta
allevata da ozzy ma che oggi
non è satanista
adolescenza vissuta in provincia
con il garelli senza la benza

la nottataccia
che scava occhiaie in faccia
tua mamma non si fida e dice
fà vedere le braccia
e ce l'hanno con te
se hai i dreds o fai rap
o ti vesti come platinette
troppa
gente che snobba
manco sa che scimmia ha sulla gobba

tua mamma si droga droga
la pillola antiruga cala e si buca
usando una siringa ripiena di una colla che le gonfia le labbra labbra
tua mamma si droga droga
tua sorella vomita per stare magra
papa con le partite al video poker
e il nonno col viagra viagra

a chi la dai ? si dai ti dai la dai
e dalla bene che lavorerai in rai
brava
a chi si fà di potere non basta mai
e qua e tutto legale come i tabaccai
o vedo fuori gli altri
in crisi d'astinenza da miliardi
chiami me fattone
ma tu guardi
una televisione
che puo rovinarti
chiedi a chi ha mandato la pensione a vanna marchi
e la mena a chi fuma al parchetto
ma fuma un pacchetto dopo il cichetto
cambia sostanza cambia l'odore cambia fornitore ma

tua mamma si droga droga
la pillola antiruga cala e si buca
usando una siringa ripiena di una colla che le gonfia le labbra labbra
tua mamma si droga droga
tua sorella vomita per stare magra
papa con le partite al video poker
e il nonno con il viagra viagra

oh si
la nonna è contenta così

non ho mai fatto male a una mosca
ma la sciura ha paura che gli scippo la borsa
ho teschi tatuati pero ai pensionati
non rubo i risparmi coi titoli truccati
e se canni ti becchi due anni
non riesci a trovarmi
niente
come a saddam le armi
di distruzione di massa
ma la massa è distratta
da zambrotta e melissa satta
ogni settimana mi ferma la madama per la strada o se passo alla dogana
la mia fedina è vergine come adriana lima
perquisite me
e bin laden scappa in cina
genitori pigri
dan la colpa ai dischi
intanto qui da noi a 16 anni bevi whisky
che anche se è legale è sempre roba
e ora che è di moda....

 

 

 

 

Se mi sposo

Ho chiamato l'ospedale al mattino han detto che stavi bene di non preoccuparmi come al solito hai fatto il cretino qualche osso rotto 3 ore dopo non sanno spiegarmi tutti a telefonarsi notizia confermata il giorno della funzione la data fissata un telegramma alla mamma scrivendo banalità cercando un vestito nero che nemmeno si ha e per questo odiarti un po' cos'è successo nemmeno lo so adesso non piango ma piano piano io mi rendo conto che se mi sposo non ci sarai se nasce mio figlio non ci giocherai se mi sposo a fare lo scemo al matrimonio non ci sarai

le donne tutte dentro in chiesa e gli uomini forti fuori con la sigaretta accesa il bar della piazza serviva vino al mattino una assurda sensazione di evento mondano e c'era gente del leonca e c'era gente di brera i fuori tornati da ibiza le coppie da formentera poi esce un sole che pesta e a me girava la testa qualcuno urlava bastardi e giurava vendetta e in mezzo a questo c'eravamo noi che non dovevamo cadere mai la dolce illusione scompare mentre io mi rendo conto che se mi sposo non ci sarai se nasce mio figlio non ci giocherai se mi sposo a fare lo scemo al matrimonio non ci sarai se mi sposo non ci sarai e se arrivo primo non applaudirai se mi sposo a fare lo scherzo al prete tu non ci sarai parenti e amici di vecchissima data hanno dato una mano con la bara che si vedeva pesava le lacrime arrivavano inaspettate tra gli occhiali da sole
i fiori e le camice sudate sui tatuaggi cadeva la disapprovazione di chi serviva alla messa e delle brave persone che quando videro la madre finsero dolore che quando uno di noi muore gli facciamo un favore se mi sposo non ci sarai se nasce mio figlio non ci giocherai se mi sposo a fare lo scemo al matrimonio non ci sarai se mi sposo non ci sarai e se mi sposo non ci sarai e se arrivo primo non applaudirai se mi sposo a fare lo scherzo al prete tu non ci sarai

 

 

 

 

Quanti anni

il mio amico gigi è
passato di mercoledì
a riprendere il telefono
che ha dimenticato qui
sabato scorso
il bastardo
era messo
l'ha lasciato nel frigo
con le birre che ha aperto
e anche se lavora orario di ufficio
ha sempre voglia di uscire
e s'addormenta vestito

stasera vado a letto
non l'ho neanche detto che lui ride
e mi domando se si è mai chiesto

quanti anni ho io
quanti anni hai zio
quanti anni abbiamo
e già tanto se ricordo in che anno siamo
contiamo
quanti anni ho io
quanti anni hai zio
quanti anni abbiamo
però gli altri stanno a casa e io e te
stasera usciamo
arriva anche piero
con la faccia da sclero
gli è saltato un lavoro
e ci teneva davvero
la moneta ci serve
ma è il paese che al verde
era meglio quando a noi non ci fregava di niente
senza casa e tasse
senza presidente
e la gente
non ci chiedeva mai

quanti anni ho io
quanti anni hai zio
quanti anni abbiamo
e già tanto se ricordo in che anno siamo
contiamo
quanti anni ho io
quanti anni hai zio
quanti anni abbiamo
però gli altri stanno a casa e io e te
stasera usciamo

in macchina gigi
ci fa voi siete 2 morti
con questi discorsi
vi siete accorti
che c'è pieno di ragazzini già vecchi
coi paraocchi
con pochi sogni
e che riguardano i soldi
poi ci sono gli sgamati che
sono identici a me e te
e lì non influisce tanto

quanti anni ho io
quanti anni hai zio
quanti anni abbiamo
e già tanto se ricordo in che anno siamo
contiamo
quanti anni ho io
quanti anni hai zio
quanti anni abbiamo
però gli altri stanno a casa e io e te
stasera usciamo

angelo il mio amico ha
quindici anni più di me
se a cena esagera col vino
mi citofona alle tre
il mio amico marco si è
sposato sette mesi fa
ora dorme sul divano
nel negozio di papà

 


Generazione zero

10 9 gli anni che non hai son proprio quei due voti che non ti hanno dato mai 8 7 i pochi amici tuoi quelli che rimangono come tu 6 5 4 le ore che ora dormi com'è che ultimamente fai fatica a addormentarti quando ti svegli al mattino ti riconosci più o meno sparisci piano piano 3 2 1 zero generazione a impatto zero come la tracce lasciate sul nostro sentiero zero come le volte che ci siamo fatti di ero o abbiamo patito la fame davvero zero come la voglia di lavorare zero come i giorni fatti di militare non c'ero quando a manifestare poteva finire male io lo facevo per bigiare dopo la fine dei botti dei motti sessantottini son nati molti bambini cresciuti in camerette strette e in cucine scavolini quelle della cuccarini e se ora andreotti vende telefonini con la marini per noi è normale come il ministro che telefona al banchiere zero fiducia zero voglia di votare e ogni volta che lo tenti di spiegare eheheh ti prendono per scemo per loro sei un alieno ma è questo che ti fa contento un po' si scambiano medaglie e vincono battaglie la tua generazione zero codificati fin troppo complicati non è la tribù della tim qui nessuno vi parla gratis siamo pochi 4 gatti ancora presi dai videogiochi e dai cartoni giapponesi abbiamo mancato di poco i festini di lapo siamo i figli dei primi che hanno divorziato miliardari e barboni negli stessi locali in fila per il cesso fatti come dei cani sui divani davanti ai televisori sadici spettatori vogliamo lo tsunami sull'isola dei famosi quasi moriamo ma poi ci riprendiamo siamo io te kate moss e calissano ti prendono per scemo per loro sei un alieno ma è questo che ti fa contento un po' si scambiano medaglie e vincono battaglie la tua generazione zero tranquilli noi non finiremo mai sui francobolli a destra no perché sono folli a sinistra sono molli se ci volete a noi ci trovate fermi ai controlli senza esperienza senza le lotte degli anni settanta e se che chi comanda è una banda di zanza per noi sono solo fatti ordinari come le tette delle vallette sui calendari che ci lasciano indifferente perché amiamo una alla volta e siamo innamorati sempre ti prendono per scemo per loro sei un alieno ma è questo che ti fa contento un po' si scambiano medaglie e vincono battaglie la tua generazione zero

 

 

GHOST TRACK
Mio figlio sarà un mostro

 

Ma che bel bimbo santo come un putto
che bella bimba gote rosa come il fiocco
che bimbi belli vestiti uguali come gemelli
tu guarda il nostro, guarda che mostro.
Puoi farti femmine e maschi
portarti chi vuoi a letto prima di sposarti
puoi distrarti, non concentrarti
senza avere bisogno l'approvazione degli altri.

Mio figlio sarà un mostro
perché lo educherò
a ribaltare il mondo
costruirà un robot

Fatti una vita da te zero scenata
cammina una mattina nela tua scuola palestrata
rischia finisca che rissa fatti le tue cicatrici
che tanto è così che si inizia.

Mio figlio sarà un mostro
perché lo educherò
a ribaltare il mondo
costruirà un robot
e sarà il bene contro il male come nei cartoni
e solo contro tutti sconfiggerà gli alieni.

Sbattici la testa ma intanto la nutri
la musica è importante tanto quanto i libri
di storia scritti dai detentori della vittoria
dell'ultima guerra non dare mai retta
di soldi da farti un fottio
a chi dice di parlarti per conto di Dio
e poi un po' di senso di scetticismo
e soprattutto senso dell'umorismo.

Mio figlio sarà un mostro
perché lo educherò
a ribaltare il mondo
costruirà un robot
e sarà il bene contro il male come nei cartoni
e solo contro tutti sconfiggerà gli alieni.



Il materiale di questo sito coperto da copyright. I trasgressori verranno perseguiti legalmente.
@ Art31.com  "The Web Fan Page" 1998-2006. Webmaster: IvanMax